Lara Bellardita - MioDottore.it
Seleziona una pagina

Per le organizzazioni sanitarie

Consulenza in Psicologia della Salute

La malattia non è solo il danno di un organo; è un’esperienza complessa e soggettiva che richiede un approccio articolato e multidimensionale. La mia consulenza in Psicologia della Salute risponde al bisogno di ampliare lo sguardo sulla malattia e offrire a tutti gli attori coinvolti l’opportunità di gestire la complessità in maniera efficace. Gli interventi che propongo si basano sull’evidenza scientifica e si sviluppano in maniera partecipata e condivisa. Sono volti a migliorare l’esperienza dei pazienti e il lavoro dei professionisti. Il mio intento è creare insieme alle persone che svolgono professioni di cura e alle organizzazioni sanitarie le conoscenze e gli strumenti per promuovere la salute – del corpo e della mente – e la qualità di vita.

La mia esperienza include collaborazioni con diversi centri di eccellenza su progetti per lo sviluppo e l’implementazione di modelli innovativi di assistenza sanitaria, tra cui:

  • 2003 – 2008 – Telemonitoraggio di pazienti con scompenso cardiaco (con Auxologico – Ospedale S. Luca e Università Cattolica di Milano)
  • 2009 – 2019 – Visite multidisciplinari per la gestione del carcinoma prostatico (con la Prostate Cancer Unit della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Milano)
  • 2009 – 2019 – Sorveglianza attiva nel carcinoma prostatico a basso rischio (con il Programma Prostata della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Milano)
        •  

 Percorsi e interventi

  • La qualità della vita nelle malattie croniche
      • Quali bisogni? Valutare la qualità di vita di paziente e care-giver; sviluppare interventi per il miglioramento di benessere psicologico
      • Quali soluzioni? Introduzione nella pratica clinica di strumenti finalizzati alla qualità di vita;  valutazione dei bisogni e dell’esperienza dei pazienti attraverso interviste e focus group; introduzione della medicina narrativa nella gestione dei pazienti; interventi sugli stili di vita salutari.
      • Quali risultati? Aumento della qualità dell’esperienza di pazienti e care-giver; aumento della soddisfazione dello staff clinico; raccolta di dati psico-sociali che integrano il quadro clinico.
  • Engagement del paziente nel percorso di cura
          • Quali bisogni? Aumentare il livello di coinvolgimento nelle decisioni che riguardano il percorso terapeutico-assistenziale; aumentare l’aderenza alle terapie
          • Quali soluzioni? Facilitazione del processo decisionale condiviso durante le visite con i pazienti; introduzione di strumenti per il colloquio clinico centrato sul paziente; progettazione di materiali educativi per pazienti e caregiver.
          • Quali risultati? Miglioramento dell’alleanza terapeutica; aumento dell’empowerment di pazienti e care-giver nel rispetto dei diversi ruoli e responsabilità; riduzione del fenomeno del regret e del rimpianto rispetto al percorso terapeutico; riduzione dell’impatto di fake-news sulla malattia.

Un medico è obbligato a guardare più in là di un organo malato, più in là di tutto l’uomo – deve vedere l’uomo nel suo mondo.

(Harvey W. Cushing)

Formazione e Coaching per gli Operatori Sanitari

Curare e prendersi cura richiede molte competenze sia tecniche che umanistiche. La relazione umana che si instaura tra i professionisti della salute e pazienti/familiari è elemento insostituibile dell’atto diagnostico e terapeutico. La pratica clinica infatti si fonda su un sapere che non è solo tecnico, professionale e razionale, ma anche personale, soggettivo, umano.

Supporto studenti di medicina e specializzandi, infermieri e altri operatori sanitari nell’acquisire e allenare le competenze necessarie per migliorare la relazione con pazienti e colleghi, con risultati positivi sia sulla salute e qualità di vita dei pazienti che sul benessere dei professionisti.

Gli interventi di formazione e coaching che progetto e conduco sono basati sull’evidenza scientifica e personalizzati in base alle esigenze e alle priorità del professionista sanitario e del contesto. Alcuni esempi sono:

    • 2018 – Formazione on-the-job e coaching individuale con oncologi medici (in collaborazione con Edra lswr per Fondazione Pascale, Istituto Nazionale dei Tumori, Napoli; CORE Oncology Center Reggio Emilia)
    • 2017 – 2019 – Formazione di oltre 300 farmacisti sugli aspetti psicosociali delle malattie oncologiche (in collaborazione con Edra Lswr)
    • 2004 – 2019 – partecipazione come relatore a più di 50 eventi di Educazione Continua in Medicina (ECM).

 

 Percorsi e interventi

  • Formazione on-the-job
      • Bisogno: migliorare le competenze nella comunicazione medico-paziente; gestire le divergenze nel team; integrare il contributo di professionisti diversi in contesti di cura multi-disciplinari.
      • Soluzione: introduzione nella pratica clinica di metodi e strumenti evidence-based per la comunicazione efficace in sanità; osservazione delle interazioni con pazienti e colleghi e riflessione condivisa sulle aree di miglioramento e sulle competenze già presenti; individuazione personalizzata di comportamenti da allenare nelle relazioni con pazienti, familiari, colleghi.
      • Risultato: maggiore consapevolezza del proprio stile nella relazione con pazienti e colleghi; migliore gestione delle risorse fisiche, mentali, emotive; migliore utilizzo del tempo a disposizione per le visite e le riunione di staff.
  • Riconoscere, prevenire e gestire il burnout
      • Bisogno: far fronte a richieste del contesto pressanti e ad alto carico emotivo
      • Soluzione: analisi dei “trigger” emotivi; individuazione delle risorse interne e nel contesto per far fronte alle sfide e alle pressioni; apprendimento e allenamento di tecniche di distensione e di “pronto soccorso emotivo”.
      • Risultato: aumento del livello di benessere soggettivo; minori ricadute sulla salute fisica e mentale; miglioramento della qualità del sonno.

Medico aiuta te stesso: così aiuterai anche i tuoi malati.

(Friedrich Nietzsche)