Seleziona una pagina

Per le organizzazioni sanitarie

Consulenza in Psicologia della Salute

Il mio intento è creare insieme alle persone che svolgono professioni di cura e alle organizzazioni servizi finalizzati a promuovere la salute – del corpo e della mente – e la qualità di vita. Offro consulenza in Psicologia della Salute basata sull’evidenza scientifica e sulla progettazione partecipata con lo scopo di creare servizi volti a migliorare l’esperienza dei pazienti e il lavoro dei professionisti.

Progetto e realizzo, in collaborazione con i diversi stakeholder, soluzioni volte a migliorare l’esperienza dei pazienti e dei loro familiari aumentandone l’empowerment e il coinvolgimento, all’interno di un quadro di collaborazione e reciprocità tra pazienti, caregiver e operatori sanitari.

I progetti possono riguardare: approccio multidisciplinare e gestione multiprofessionale della malattia; introduzione della valutazione della qualità della vita nella pratica clinica; progettazione di materiali educativi per pazienti e caregiver; valutazione dei bisogni e dell’esperienza dei pazienti attraverso questionari, interviste e focus group; facilitazione del processo decisionale condiviso; introduzione della medicina narrativa nella gestione dei pazienti; interventi psiconutrizionali.

La mia esperienza include collaborazioni con diversi centri di eccellenza su progetti per lo sviluppo e l’implementazione di modelli innovativi di assistenza sanitaria, tra cui:

  • 2003 – 2008 – Telemonitoraggio di pazienti con scompenso cardiaco (con Auxologico – Ospedale S. Luca e Università Cattolica di Milano)
  • 2009 – 2019 – Visite multidisciplinari per la gestione del carcinoma prostatico (con la Prostate Cancer Unit della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Milano)
  • 2009 – 2019 – Sorveglianza attiva nel carcinoma prostatico a basso rischio (con il Programma Prostata della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Milano).

Un medico è obbligato a guardare più in là di un organo malato, più in là di tutto l’uomo – deve vedere l’uomo nel suo mondo.

(Harvey W. Cushing)

Formazione e Coaching per gli Operatori Sanitari

Curare e prendersi cura richiede molte competenze sia tecniche che umanistiche. La relazione umana che si instaura tra i professionisti della salute e pazienti/familiari è elemento insostituibile dell’atto diagnostico e terapeutico. La pratica clinica infatti si fonda su un sapere che non è solo tecnico, professionale e razionale, ma anche personale, soggettivo, umano.

Mi occupo di formazione su comportamento organizzativo e soft skills per studenti di medicina e specializzandi. Svolgo attività di coaching per medici e altri operatori sanitari. Gli interventi mirano all’acquisizione degli strumenti per migliorare la relazione tra operatori sanitari e pazienti, facilitando il processo di costruzione dell’alleanza terapeutica con risultati positivi sia sulla salute e qualità di vita dei pazienti che sul benessere dei professionisti sanitari.

Gli interventi di formazione e coaching sono basati sull’evidenza scientifica e adattati alle esigenze e alle priorità del professionista sanitario. L’obiettivo è quello di fornire agli individui e ai gruppi multidisciplinari gli strumenti per diventare più consapevoli delle proprie competenze emotive e relazionali e più abili nel gestire le sfide interpersonali e comunicative della relazione tra medico e paziente/caregiver e tra operatori sanitari. In tutti i progetti detiene un ruolo fondamentale il benessere degli operatori (gestione dello stress e prevenzione del burnout).

  • 2018 – Formazione on-the-job e coaching individuale con oncologi medici (in collaborazione con Edra lswr per Fondazione Pascale, Istituto Nazionale dei Tumori, Napoli; CORE Oncology Center Reggio Emilia)
  • 2017 – 2019 – Formazione di oltre 300 farmacisti sugli aspetti psicosociali delle malattie oncologiche (in collaborazione con Edra)
  • 2004 – 2019 – partecipazione come relatore a più di 50 eventi di Educazione Continua in Medicina (ECM).

Medico aiuta te stesso: così aiuterai anche i tuoi malati.

(Friedrich Nietzsche)